Architettura dell’informazione per la pubblica amministrazione. 4a edizione

di

Linee guida e case study di architettura dell’informazione per i siti web e i servizi della pubblica amministrazione. 4a edizione della raccolta, riordinata e aggiornata con nuove risorse.


Linee guida

Il Regno Unito è il paese che più ha lavorato al miglioramento dei servizi online della pubblica amministrazione, producendo risultati all’avanguardia (dal vecchio Direct.gov.uk all’attuale Gov.uk). Notevole è anche lo sforzo di documentare il design attraverso linee guida molto dettagliate, spesso adottate anche a livello europeo.

Standard: metadati, vocabolari e classificazione

  1. Integrated Public Sector Vocabulary (IPSV) – classificazione per la pubblica amministrazione centrale, conforme allo standard ISO 2788 per i thesauri monolingua; raccomandato anche dalla Commissione europea
  2. Local Government Navigation List (LGNL) – struttura di navigazione per i siti web della pubblica amministrazione locale; raccomandato anche dalla Commissione europea
  3. altri standard – lista completa degli standard elaborati dal governo britannico.

Metodo

  1. Government Digital Service, Government Service Design Manual
  2. Usability.gov, Creating a User-Centered Approach in Government

Il sito Gov.uk contiene numerosi blog tematici sull’attività del Government Digital Service; ecco i più interessanti dal punto di vista dell’architettura dell’informazione e dello user experience design.

Case study

Modelli di classificazione

  1. Gov.uk: un esempio per la pubblica amministrazione – panoramica dell’approccio soggiacente al sito Gov.uk
  2. Faceted Classification for Public Administration & Faceted classification for community services using CRG standard categories – entrambi gli articoli spiegano come applicare la classificazione a faccette alla pubblica amministrazione
  3. Il modello italiano e il modello britannico di trovabilità nei siti web della pubblica amministrazione – comparazione fra l’architettura informativa del vecchio sito Italia.gov e del corrispettivo britannico; anche se datato, l’articolo resta attualissimo

Metodo

  1. La classificazione fatta dai cittadini. Il caso Trentinosociale.it – report dettagliato del processo progettuale adottato per il sito Trentinosociale.it
  2. Riprogettazione del sito web del Consiglio regionale dell’Umbria – l’approccio che ha guidato il re-design del sito del consiglio regionale dell’Umbria (versione online fino al 2012; l’attuale è stata purtroppo stravolta)
  3. Cross-channel design all’Istituto degli Innocenti di Firenze – un esempio di integrazione fra i vari canali di un’organizzazione e di riuso dei contenuti sfruttando una medesima architettura informativa soggiacente.

01.02.2015